Cena conviviale con signore presso Villa Bordonaro,
relatore Ingegnere Capo del Genio Civile di Agrigento
"Dott. Duilio Alongi"
" LE PROBLEMATICHE ANCESTRALI ED ATTUALI
DEL COSTRUIRE IN PROVINCIA DI AGRIGENTO,
CEMENTO DEPOTENZIATO, MIGLIORAMENTO ED ADEGUAMENTO SISMICO
 

 

 

 

  Si è svolta nella magnifica cornice di Villa Bordonaro la serata del Rotary Club di Canicattì che ha visto come relatore l'Ingegnere Capo del Genio Civile Ing. Duilio Alongi. Ovviamente, il Presidente del Club Dott. Giuseppe Scimè oltre a presentare ed introdurre i lavori,ha ricostruito la storia del Genio Civile ed in particolare ha sottolineato che Salvatore Quasimodo è stato dipendente del Genio Civile di Reggio Calabria quale Geometra, ed il di lui padre Gaetano - ferroviere - aveva prestato servizio presso la Stazione di Aragona Caldare e Comitini. Ciò per significare come il Genio Civile rappresenta l'unica antica Istituzione dello Stato a salvaguardia della tutela e dei confini disciplinati dalla legge a salvaguardia del territorio che interagisce da cerniera con gli altri Organismi preposti alla tutela del territorio e del paesaggio come la Protezione Civile. Quindi, l'Ing. Duilio Alongi ha svolto la propria relazione in cui ha indicato le normative e gli sviluppi ed evoluzione tecnica per la salvaguardia del territorio, indicando che in ordine a trasformazione di manufatti esistenti ovvero di nuova realizzazione vanno rispettate le normative sismiche oggi in vigore. Ha puntualizzato che spesso la mano dell'uomo modifica la natura e quindi gli eventi sismici e/o le inondazioni di cui quotidianamente i fatti di cronaca registrano il verificarsi va non solo visto con attenzione ma valutato per far si che tali fenomeni non determinino una progressiva condizione di disaggio nelle popolazioni. L'ing. Alongi, ha sottolineato che oggi certamente i materiali e le opere che si realizzano hanno una maggiore garanzia rispetto a quelle di cinquanta anni e più fa, soprattutto perché oggi esistono norme rigide in ordine alle valutazioni sismiche. Alla relazione è seguito un vivace dibattito in cui diversi soci hanno avanzato domande al relatore che in maniera esaustiva ha dato adeguate risposte e chiarimenti. Quindi, è stato messo sotto attenzione un importante argomento con la partecipazione di una personalità certamente più che qualificata per la Funzione ricoperta.

 

 

Canicattì  26/ 11/ 2016

Responsabile comunicazione

Rotary Club Canicattì
Dott. Salvatore Russo